Categorie
Alberi

Tipi di danni agli alberi e loro trattamento

Tipi di danni agli alberi e loro trattamento

Lacrime e danni alla corteccia. Lo strappo della corteccia si verifica più spesso sui tronchi e di solito è causato dai veicoli. Tali lesioni sono esposte agli alberi che crescono vicino alla strada senza cordoli e agli alberi situati nelle aree di varie strutture costruite.. Mancato rispetto della normativa applicabile che ordina la protezione degli alberi in tutti i cantieri, provoca frequenti danni a questi impianti da parte di vari veicoli e macchine. La corteccia viene strappata quando il tronco colpisce. Quindi, la corteccia all'interno dello strato di cambio si separa e si strappa. L'area del distacco interno può essere molto più ampia dell'area apparente del distacco della corticale. Tali separazioni si creano più facilmente nel periodo primaverile e all'inizio dell'estate, quando l'intensità della divisione cellulare del cambio è massima. Dimensioni degli strappi, le dimensioni e la forma della ferita possono variare. I colpi molto forti possono lacerare o schiacciare il legno. Lacrime della corteccia su superfici molto ampie compaiono spesso anche sotto le fratture dei rami laterali e degli arti. Nella parte superiore di tale danno, anche lo strato di legno viene strappato.

Il trattamento e la cura di questo tipo di danno consiste nel tagliare il bordo della corteccia con un coltello affilato e dare alla superficie della ferita una forma ellittica allungata..

Disegno. Danni alla corteccia con strappi e separazione: 1 - area lacrimale, 2 - area di separazione (Raccogliere), 3 - la forma richiesta della ferita dopo aver formato i bordi, 4 - luogo di inchiodamento.

Se la corticale si separa oltre la forma della ferita richiesta), dovrebbe essere inchiodato con chiodi inossidabili o pressato con altri mezzi, per esempio.. avvolgendo con nastro adesivo, corda, ecc.. Questo è possibile solo durante la stagione di crescita, poco dopo che si è verificato l'errore, quando la superficie di separazione non si è ancora asciugata. Inchiodare o premere verso il basso dovrebbe quindi essere effettuato immediatamente dopo il danno. Il luogo di tale danno dovrebbe essere protetto dall'essiccazione avvolgendolo con un tessuto stretto, ma consentendo l'accesso all'aria. In caso di danneggiamento non solo della corteccia ma anche del legno, la sua superficie deve essere livellata con uno scalpello. Se, dopo un periodo di 2-3 settimane, non c'è stato alcun attaccamento della corteccia, quindi il lembo strappato dovrebbe essere rimosso.

Un tipo molto pericoloso e pericoloso di danno alla corteccia è quello di strapparlo lungo gran parte della circonferenza del tronco. A causa dell'interruzione del sorso (setacciare fasci), fornire alle radici prodotti di assimilazione è limitato o inibito. Questo può portare ad una grave limitazione delle funzioni fisiologiche delle radici e, di conseguenza, ad un insufficiente apporto di acqua e sali minerali alla chioma dell'albero. Tale danno è tanto più pericoloso, la maggior parte della circonferenza del tronco è stata spogliata della sua corteccia. Il rischio è aumentato dall'elevata temperatura dell'aria in quel momento, forte luce solare e vento. Lo strappo della corteccia attorno alla sua intera circonferenza porta alla morte dell'albero.

Se la corteccia viene distrutta su gran parte della circonferenza del tronco, è possibile effettuare vaccinazioni ponte. Il compito dei germogli impiantati è quello di sostituire la rafia interrotta, presa in carico delle sue attività e rafforzamento meccanico della parte danneggiata del tronco (disegno).

Disegno. Innesto del ponte sul punto in cui la corteccia è strappata sul tronco e metodo di taglio della corteccia e preparazione delle estremità del germoglio impiantato.

Se la corteccia viene strappata da terra fino all'inizio delle radici, quindi eseguire l'innesto del ponte è difficile, perché richiederebbe l'impianto dell'estremità inferiore del germoglio nella radice. In tali casi, viene utilizzato l'impianto sul sito del danno all'estremità di uno o più germogli di giovani alberi di 2-3 anni della stessa specie., piantato accanto ad esso.

Disegno. Protezione di un albero danneggiato a causa dello strappo della corteccia al piano terra: sopra l'area danneggiata è stato impiantato un germoglio di un giovane albero della stessa specie.

Il numero di germogli impiantati è solitamente 3-5. È preferibile non innestare un numero maggiore di germogli, perché possono fare pressione l'uno sull'altro quando si addensano. Riprese utilizzate in entrambi i tipi di vaccinazioni ponte, dopo la fusione con l'albero, si addensano molto rapidamente, creando una buona protezione contro gli effetti dei danni passati. Danni alla corteccia possono verificarsi anche in estate a causa dello sfregamento, causato dall'improvvisa esposizione del tronco, cioè l'esposizione alla luce solare; questo si chiama scottatura solare. Il riscaldamento della corteccia può essere così forte, che porterà alla morte delle cellule cambiali e dell'intero lobo floema situato nel luogo del surriscaldamento. Questo si osserva abbastanza spesso sui tronchi di abeti rossi e faggi in montagna quando vengono rimossi gli alberi da ombra adiacenti.

È più facile per gli alberi con corteccia liscia e sottile e gli alberi più giovani soffrire di danni da cancrena. Simile al danno precedentemente descritto alla corteccia può verificarsi nel periodo pre-primaverile a causa di una stimolazione troppo precoce della vegetazione e dell'azione delle cellule cambiali, dal lato soleggiato o intorno al perimetro. La causa diretta del danno parziale o completo alla corteccia è quindi il rapido calo di temperatura, che distrugge i tessuti stimolati; questa è la cosiddetta cancrena del gelo. In molti casi, questo tipo di danno parziale è difficile da rilevare nel primo anno. La corteccia in tali luoghi dovrebbe essere rimossa, e la superficie del legno è adeguatamente protetta. In caso contrario, l'infezione da parte di vari funghi e la rapida decomposizione del legno.

In tutti i casi di danneggiamento della corteccia e di esposizione del legno, utilizzare quanto prima disinfettanti appropriati e coprire il legno in tali luoghi con rivestimenti che impediscano l'umidità..