Categorie
Alberi

Protezione degli alberi nei cantieri

Protezione degli alberi nei cantieri. Gli alberi sono spesso danneggiati nei cantieri. Esistono diverse ricette, che dovrebbe - rispettandoli - prevenire danni agli alberi nei cantieri.

atto di 31.1.1961 r. (Diritto edilizio) Dz. U. no 7/61 articolo. 16 arte. 46 p. 3 proclama m. in “che gli alberi e gli arbusti esistenti nel cantiere, se non sono destinati alla liquidazione, devono essere adeguatamente fissati durante i lavori di costruzione. Le distanze minime richieste di alberi e arbusti dagli edifici e dai dispositivi di rete sono specificate nel Regolamento n 5 Ministro dell'Economia Comunale. Dz. Germoglio. No 8/65 di 4 febbraio 1965 r. sulla definizione di uno standard tecnico per strade e piazze cittadine:

La distanza più breve della vegetazione da edifici e dispositivi (m)

all'asse dei tronchi d'albero per arbusti
Dal bordo delle mura esterne degli edifici soprastanti 7 m di altezza 5,0 1,5
Dai bordi delle pareti esterne degli oggetti da costruzione sottostanti 7 m di altezza 4,0 1,5
Dal piede o dal bordo interno dei muri di sostegno dei pendii ripidi, terrazze ecc.. 1,0 0,5
Da recinzioni con un'altezza di. 2 me altro ancora 4,0 1,0
Dalle recinzioni a 2 m di altezza 2,0 1,0
Dall'asse dei pali e dei pali della rete di illuminazione, trazione, colonna 2,0
Dal bordo del parco e dei sentieri del giardino 0,75 0,40
Dalle reti sotterranee a) dal tubo del gas 2,00 2,00
b) dalla tubazione del teleriscaldamento 2,00 1,00
c) dalle condutture dell'acqua e delle fognature 1,00 1,00
d) dai cavi elettrici 1,5 0,8
e) dal cordolo della strada 2,0 0,5

Le suddette distanze si applicano agli alberi con una chioma non superiore a 4 m di diametro.

Questo regolamento è in un paragrafo 3.3.2. impone una misura supplementare dell'altitudine della strada pianificata insieme alle elevazioni del terreno del pregiato boschetto esistente. La stessa legge è fissata, che nel caso in cui la superficie sia piastrellata, piantando in ciotole aperte di 1,5 cm×1,5 m. Regolamento del Ministro dell'Economia Locale e della Tutela Ambientale Dz. U. No 4/73 articolo. 29 di 20.1.1973 r. preoccupazioni, tra le altre. determinazione dei luoghi di attuazione degli investimenti edilizi e supervisione statale della costruzione sulla costruzione generale. Inoltre, esistono regolamenti per la protezione degli alberi localmente nelle singole città, per esempio.. a Varsavia, il Regolamento del Presidium del Consiglio Nazionale del. st. Varsavia. Dz. Giornale n 6 articolo. 45 di 13 Marcia sulla protezione del verde nella zona di. st. Varsavia. Tra l'altro, in quest'area è vietato distruggere in qualsiasi modo lo spazio verde pubblico e abbattere e distruggere alberi in qualsiasi modo,, alla cui proprietà appartengono (§ 1).

In caso di, quando l'area occupata da verde pubblico deve essere relativa a lavori di costruzione, progetti di demolizione e investimento, temporaneamente utilizzati, la persona che esegue questi lavori è obbligata a provvedere, che il supporto sia adeguatamente protetto da deterioramento o danneggiamento. Dopo il completamento dei lavori, il verde dovrà essere ripristinato dalle imprese edili che conducono i lavori - a loro spese - in condizioni adeguate, in particolare, il terreno dovrebbe essere livellato, prati scavati e seminati, e ogni possibile danno al supporto è stato riparato (§ 2).

Se necessario, taglia gli alberi, anche parzialmente appassito, L'utente del terreno dovrebbe ottenere un permesso dal dipartimento municipale competente. Questo dipartimento qualifica l'albero per la rimozione in consultazione con un rappresentante della League for Nature Conservation (§ 3).

A causa della sua rarità, 5 specie arboree, vale a dire tasso, linguaggio, betulla paterna, cenere selvaggia e cenere di montagna svedese, è coperto dalla protezione delle specie su tutto il territorio nazionale in base al Regolamento del Ministero delle Foreste e dell'Industria del Legno del 28 febbraio 1957 r. sull'introduzione della protezione delle specie delle piante (Dz. U. no 15, articolo. 78). Si può affermare, che ci sono abbastanza leggi, per proteggere gli alberi. Tuttavia, la sua piena efficacia può essere garantita dal rispetto consapevole delle normative e dall'applicazione coerente da parte dei fattori responsabili dello stato della vegetazione.