Categorie
Alberi

Processi fisiologici degli alberi

La conoscenza delle funzioni dei singoli organi e delle parti di un albero nonché la conoscenza dei processi fisiologici in essi in atto è la base per il corretto svolgimento di molti trattamenti legati alla cura degli alberi.

Trasporto di acqua e sali minerali - corrente ascendente. La raccolta è uno dei processi vitali di base degli alberi, conduzione ed escrezione (traspirazione) acqua. L'assunzione di acqua con sali minerali in essa disciolti è un processo molto complicato e non del tutto spiegato. Nelle cellule della radice c'è una pressione osmotica con una forza fino a diverse atmosfere, che permette di vincere la forza di aspirazione del terreno, che normalmente non supera alcune atmosfere. Questa differenza di pressione consente alle radici di assorbire l'acqua. I terreni salini, tuttavia, possono avere una forza di aspirazione fino a 30, un nawet 100 atmosfera. Il substrato del suolo nelle città può spesso mostrare un'alta concentrazione di vari sali, il che rende difficile per le radici assorbire l'acqua.

La pressione alla radice è una forza importante che consente all'acqua di condurre verticalmente. I suoi valori sono 1-2 atmosfere. Questo è sufficiente per sollevare l'acqua nei vasi fino a un'altezza superiore 10 m. Nel periodo della cosiddetta "spremitura", la pressione radicale è il principale fattore che muove l'acqua. Il taglio dei vasi nell'alburno provoca il noto fenomeno del "pianto" primaverile. Durante questo periodo, la soluzione della corrente ascendente contiene, oltre ad acqua e sali minerali, alcuni nutrienti di riserva (carboidrati, aminoacidi, enzimi ecc.), si è trasferito a sviluppare gemme frondose. Pertanto, durante questo periodo non dovrebbero essere effettuate potature. Nel periodo di forte luce solare, sia all'inizio della primavera che in autunno, e anche in inverno, potrebbe esserci un fenomeno di "pianto"; in tal caso, i lavori di manutenzione devono essere interrotti.

Nel legno attivo l'acqua si muove con notevole velocità, raggiungendo fino a 50 m / godz. Ciò è possibile grazie alla traspirazione di grandi quantità di acqua attraverso le foglie.

Negli alberi frondosi, la traspirazione è il fattore principale che fa muovere l'acqua, che aumenta la concentrazione di linfa cellulare e aumenta la potenza di aspirazione delle foglie. Per esempio 200000 Durante una giornata di sole, le foglie di betulla evaporano in media 60-70 l di acqua, in casi estremi, anche fino a 400 l. Si valuta, che un ettaro di foresta traspira 1500-2000 m3 di acqua all'anno. Su base annuale 1 m2 di foglie di faggio traspirano 50-60 l di acqua, che è più o meno 1/3 precipitazioni annuali su 1 m2 di superficie del suolo. I popolamenti centenari di faggio traspirano una quantità corrispondente a 210-290 mm di pioggia annua, abete rosso 170-320, e pino 50-100. La traspirazione giornaliera dei popolamenti di 50 anni da un ettaro in estate può mostrare differenze significative. Per esempio. i ceppi di betulle e larici traspirano quantità corrispondenti a 4-7 mm di precipitazione, faggio 3,8, Abete di Douglas 5,3, abete rosso 4,3 e pino 2,3.

Rispetto ad altre piante, gli alberi sono caratterizzati da un basso consumo di acqua necessaria per la produzione 1 grammo di materia organica, cioè. hanno un basso tasso di traspirazione; quercia 344, betulla 317, pino 300, larice 257, abete rosso 231, Abete di Douglas 173, buk 169, mentre la segale 680, e lino 905.

Trasporto di assimilati - downdraft. Le sostanze organiche prodotte nelle foglie devono essere consegnate ai rami, il tronco e le radici come materiale energetico, costruzione e ricambio. Il trasporto all'interno del parenchima dovrebbe essere distinto qui (per brevi distanze) e attraverso i tubi dello schermo (su lunghe distanze). Il meccanismo e la chimica di questi processi sono stati finora conosciuti solo in modo frammentario. La conoscenza del meccanismo della corrente discendente è di particolare importanza per il corretto svolgimento dei trattamenti di cura degli alberi. La fase iniziale del movimento di assimilazione sono processi enzimatici nel sito fotosintetico - nelle foglie - che assicurano la scomposizione dell'amido in zuccheri con piccole molecole, solubile in acqua. Il trasporto degli assimilati avviene principalmente nei tubi setacciati. Spostamento radiale nella gola, il legno e il nucleo forniscono i raggi del nucleo. Il movimento circonferenziale è fortemente limitato, soprattutto nelle conifere, a causa della mancanza di collegamenti trasversali tra i setacci. Ciò è dovuto, tra l'altro, allo sviluppo più lento del tessuto curativo attorno alle ferite nelle conifere rispetto agli alberi decidui. La necessità di modellare le ferite trattate dipende anche dal metodo di trasporto degli assimilati.

Fotosintesi e respirazione. La foglia è l'organo e il sito del processo biochimico più importante sulla Terra: la fotosintesi (il cosidetto. assimilazione dell'anidride carbonica). È presente nei cloroplasti contenenti un colorante verde - la clorofilla. La funzione principale della clorofilla è quella di assorbire l'energia solare (luminoso) e convertendolo in energia chimica, necessario per la sintesi di composti organici. L'essenza della fotosintesi è la produzione di una molecola di glucosio dall'anidride carbonica e dall'acqua utilizzando l'energia solare secondo quanto segue, un'equazione molto semplificata:

In un'ora 1 m2 di superficie fogliare produce ca. 1 g glukozy.

Tutte le parti viventi dell'albero devono respirare. Respirazione (dissimilazione) è un processo che rilascia energia "immagazzinata" in composti chimici e la converte in una forma utile per la cellula. Il processo di respirazione funziona secondo il seguente schema:

Questa energia è necessaria per tutti i processi vitali. La somma dell'energia rilasciata durante i processi di dissimilazione è mediamente 1/10 energia accumulata nel processo di assimilazione. L'equalizzazione dei valori di questi due processi è chiamata punto di compensazione. Se la quantità di energia utilizzata nel processo di respirazione supera la quantità di energia ottenuta nel processo di assimilazione, poi una data parte della corona muore. Questo fenomeno si verifica nei rami fortemente ombreggiati.

Risultati benefici dai processi vitali di base discussi sopra, principalmente l'importanza microclimatica degli alberi. Le corone con foglie sane assicurano il massimo rendimento di queste funzioni sanitarie. Allo stesso tempo sano, una chioma abbondantemente frondosa è un prerequisito per una buona crescita e sviluppo degli alberi.

Mentre la fotosintesi si verifica quasi esclusivamente nella corona, respirazione, Come precedentemente menzionato, si svolge in tutte le parti viventi della pianta. Processi respiratori intensi avvengono nel tronco e nelle radici. Tutti i fattori che limitano il processo di respirazione influiscono negativamente sull'intero albero. La respirazione delle radici molto spesso è difficile a causa della copertura del terreno con varie superfici impermeabili o scarsamente permeabili..

 

One reply on “Processi fisiologici degli alberi”

Szukam współczynnika transpiracji dla brzozy i tak trafiłem na tę stronę.
Niestety współczynniki, które podajesz dla drzew są całkowicie inne niż to podaje Dębski w tabeli.
Czy możesz podać źródło z jakiego korzystałeś ?
Przykład(Dębski):
quercia – 613 l/kg
abete rosso – 242
pino – 123

Comments are closed.