Categorie
Arbusti

Malattie e parassiti del lampone

Malattie e parassiti del lampone.

La malattia più pericolosa dei lamponi è la morte dei germogli di lampone - malattia fungina, che colpisce i giovani, scatti di un anno. Su di loro compaiono macchie marroni, che sono in costante crescita, provocando il distacco della corteccia essiccata, seguito da sparatorie dieback.

Questa malattia può essere combattuta con un'escissione meticolosa, subito dopo la raccolta del frutto, tutti i germogli fruttiferi (2-estate). Le piante vengono ulteriormente irrorate con Euparen a concentrazione 0,25% prima volta, quando i giovani germogli raggiungono 10-20 cm e poi cosa 10-14 giorni.

La macchia bianca delle foglie di lampone è rotonda, inizialmente marrone, successivo sbiancamento – macchie sulle foglie, spesso su piccioli e germogli. Questa malattia è controllata allo stesso modo della morte dei germogli sopra descritta.

La muffa grigia è una malattia che colpisce i germogli, i fiori e i frutti dei lamponi. I germogli colpiti diventano grigi, e poi marrone. Spesso sulla loro corteccia compaiono dischi neri – fungo parassita sclerotia. I fiori infetti diventano marroni e secchi. Il grigio si sviluppa sulla superficie del frutto, rivestimento polveroso. La fonte dell'infezione primaverile è il micelio, che si sviluppa su parti di piante morte e sclerozi, in estate – zarodniki conidialne. La malattia si sviluppa particolarmente fortemente negli anni umidi. Si combatte allo stesso modo di sparare a morte.

I parassiti più pericolosi dei lamponi sono: lampone-lampone-fiore e lampone-fiore kistnik. Il primo danneggia i boccioli dei fiori in via di sviluppo, per questo le piante a volte non danno alcun frutto.

La larva del lampone kistnik si nutre del frutto che matura, e anche in boccioli di fiori. Gli insetti adulti danneggiano le foglie giovani. Sono combattuti contro, spruzzando per la prima volta 10-14 giorni prima della fioritura con una delle seguenti preparazioni: Metox col. 30, Insectophos. 50, Metation E-50, Sadophos col. 30, e la seconda volta appena prima della fioritura. Vengono quindi eseguiti due spruzzi, quando i parassiti erano abbondanti nell'anno precedente.