Categorie
Alberi

Insetti nocivi degli alberi

Insetti nocivi degli alberi.

Gli insetti nocivi degli alberi sono divisi, per semplificare artificialmente la questione, sul cosiddetto. parassiti primari, fisiologico e secondario.

Parassiti primari. I cosiddetti parassiti. le primitive possono danneggiare gli alberi anche sani nella nostra comprensione, il più delle volte mangiando troppo, scheletrizzazione o estrazione di foglie. Tale danno, in base alle sue dimensioni, indeboliscono gli alberi e ne inibiscono la crescita. La cosiddetta "preda completa", alberi indeboliti potrebbero non sopravvivere a danni ripetuti o alle conseguenze di condizioni meteorologiche sfavorevoli.

Tra gli insetti che si nutrono in questo modo delle foglie o degli aghi degli alberi nelle città, alcune farfalle comuni possono essere di notevole importanza., coleotteri e fioriere, che sarà brevemente discusso di seguito.

Insetti che rosicchiano le foglie. I rulli a foglia verde si nutrono spesso di foglie di quercia (Tortrix viridiana L.). È piccolo, farfalla verde chiaro, tendendo a verificarsi in modo massiccio. Dopo che le larve si sono nutrite, le foglie vengono arrotolate in tubi, in cui avviene la pupa. Il foraggio dell'erba verde è particolarmente pericoloso, se allo stesso tempo si manifesta l'oidio.

I parassiti comuni di molte specie di alberi decidui ornamentali e da frutto sono le larve della proteina del salice (Stilpontia tostato L.) e un rudnica rugby (Euproctis chrysorrhoea L.).

Su quasi tutte le latifoglie, principalmente su querce, rastrello e faggio, preda la ghianda (Cheimatobia brunata L.). Le larve di questo parassita sono verdi con tre linee laterali bianche e una linea dorsale scura.

Allo stesso modo, molte specie decidue sono predate dalle larve d'angolo dell'armeria (Phatera bucephala L.).

Le foglie di pioppo vengono spesso rosicchiate in una baia dalle larve e dagli insetti del pioppo perfetto (Melasoma populi L.). Mangiare provoca perdite di crescita. I Cockchafer sono un comune parassita degli alberi in città, principalmente lo scarabeo di maggio (Melolontha melolontha L.). Le sue larve (larve) danneggiano le radici, e gli insetti si nutrono perfettamente delle foglie di molti tipi di alberi. Majka medica (Ascolta versicolor L.) danneggia le foglie dello yen. Ci sono anche molti altri insetti che rosicchiano le foglie o gli aghi degli alberi, tuttavia, la loro importanza è molto minore.

Insetti scheletro fogliari. Molte foglie scheletriche possono essere trovate sulle cime degli alberi. La scheletrizzazione è un modo per nutrire gli insetti sulle foglie, consistente nel mangiare la mollica e la pelle insieme all'epitelio, senza disturbare il sistema di travi conduttive. Tra gli insetti che causano danni di questo tipo c'è hurmak olchowiec (Agelastica alni L.). È viola scuro, un coleottero splendente, le cui larve nere scheletrizzano le foglie in luglio e agosto, e persino danneggiare la corteccia dei giovani germogli di ontano. L'ontano nero è spesso indebolito nelle città a causa dell'eccessiva essiccazione dei popolamenti, pertanto la nocività degli hurmac può essere grave in questi casi.

Le foglie di tiglio cittadino tendono a essere scheletrate dalla mucillagine (Caliroa anulipes K.). Un armadietto negli anni asciutti e caldi può trascorrere almeno due generazioni. Le larve possono rosicchiare la briciola di foglie di tutti i tigli, tranne il tiglio argentato e il tiglio di Varsavia. Spesso si possono osservare anche foraggi completi.

Insetti minerari fogliari. Molte specie di insetti causano danni chiamati miniera, consistente nel consumare la mollica di foglie che lascia la buccia superiore ed inferiore. Le mine sono causate, tra le altre cose, dalle larve di tryszerki (Trischeria complanella Hbn.), foglie di quercia (Orchestes quercus L.) e la vagina di larice (Coleophora laricella Hbn.).

Parassiti fisiologici. Il gruppo di parassiti ha chiamato. gli insetti fisiologici sono inclusi, che hanno la capacità di manifestarsi in grandi popolazioni per molti anni. Gli alberi controllati sopravvivono, tuttavia, sono sempre più indeboliti.

Dal gruppo dei cosiddetti. di parassiti fisiologici, gli insetti lattanti meritano attenzione, principalmente giugno (Coccoidea) e afidi (Aphidoidea).

Su molti alberi, giugno è comune in numerose popolazioni. Le seguenti sono le specie più comuni.

1) scala di salice (Chionaspis salicis L. = Aspidiotus salicis L.), attaccando numerosi alberi decidui, principalmente tigli e frassini;

2) crostacei di mele (Lepidosaphes ulmi Fern.), si verifica in quasi tutte le latifoglie e conifere;

3) Mytilaspis conchiformis, trovato su molte latifoglie, principalmente sui tigli;

4) Quadraspidiotus gigas, che può danneggiare gravemente pioppi e salici.

Le quattro specie qui menzionate appartengono alla famiglia Scale (Diaspidiaae), poiché il loro corpo è coperto di dischi squamosi.

5) Ciotola di prugne (Bocca con corna in lecanio) appartiene alla famiglia dei cupcake (Lecanidae); il corpo di questo giugno è coperto da una ciotola.

Se gli scozzesi si verificano in massa, provocano la deperimento del germoglio o la nefrosi estesa della rafia del tronco. L'intero albero muore spesso. Tuttavia, questi processi continuano per un periodo più lungo. A causa delle dimensioni ridotte e delle forme e dei colori poco appariscenti, questi parassiti sono spesso trascurati. I giovani alberi piantati in prossimità di alberi infestati da insetti vengono solitamente colonizzati rapidamente dalle loro larve, il che rende difficile la raccolta delle piante.